Compensazione CO2

Cosa significa compensare le emissioni di CO2?

Molte delle attività umane provocano emissioni di gas effetto serra, una consapevolezza che ha portato all’adesione dell’Italia ai recenti accordi internazionali (Kyoto e Parigi) finalizzati al raggiungimento dei risultati volti all’abbattimento delle emissioni di CO2.

Attraverso l’impronta di carbonio (“carbon footprint”), che è una misura che esprime in CO2eq il totale delle emissioni di gas ad effetto serra, è possibile avere una consapevolezza della quantità esatta di emissioni di CO2 emesse nelle fasi del ciclo di vita di un prodotto (creazione/trasformazione/produzione/trasporto/consumo): questo ci consente di definire azioni ed accorgimenti tesi alla riduzione di tale “impronta” e del numero complessivo di emissioni di CO2.

Tuttavia esiste una soglia fisiologica al di sotto della quale non è possibile ridurre.
Nasce da qui il concetto di “compensazione”, ovvero la possibilità di neutralizzare le emissioni residue che inevitabilmente non riusciremmo a ridurre. In questo modo un’attività di impresa può essere definita “carbon neutral”.

FAQ

Le domande più frequenti a proposito di Compensazione CO2

Vuoi saperne di più?

Scopri le altre iniziative di San Benedetto per la sostenibilità ambientale.

Accordo con il Ministero dell'Ambiente

Scopri di più

Energia green

Scopri di più

Linea Ecogreen

Scopri di più

Network fonti

Scopri di più

Processi produttivi

Scopri di più

Riciclo RPET

Scopri di più